Fotografia Europea e altre cose che succedono questo fine settimana #15

Pixy Liao

A Reggio Emilia inaugura la quattordicesima edizione del festival Fotografia Europea e noi abbiamo preparato una piccola guida per orientarsi nel labirinto di mostre, temi, concerti, eventi, luoghi e personaggi. A Bologna c’è il concerto (sold out) degli Zen Circus per i 10 anni di “Andate Tutti Affanculo”. Batsheva – The Young Ensemble arriva al Teatro Valli con uno spettacolo in prima europea. Il nuovo concept store di MAX&Co. a Reggio Emilia inaugura con una mostra di Martin Parr. Al Locomotiv di Bologna i Lali Puna presentano il loro nuovo EP. C’è questo e molto altro da fare tra il 12 e il 14 aprile 2019 in Emilia e dintorni. Ecco quello da non perdere, secondo noi.

 


Il concerto-evento degli Zen Circus al Paladozza
Nel Settembre del 2009 gli Zen Circus escono con un disco intitolato “Andate Tutti Affanculo”, il primo cantato interamente in italiano dalla band toscana e, diciamolo, un titolo che anticipa certe finezze politiche. Irriverente ma emotivo, drammatico e figlio del proprio tempo, l’album esplode, e con esso la carriera della band. Inserito da Rolling Stone fra i migliori 100 album italiani di sempre, fa da spartiacque per la musica indipendente, che da quel giorno ad oggi è diventata la musica italiana più seguita. Venerdì 12 aprile il gruppo toscano festeggia il decennale con un concerto-evento (sold out) al Paladozza di Bologna, dove accosterà i brani cardine del disco ai successi più recenti.

 


Al Teatro Comunale di Carpi María Pagés Compañía con “Yo, Carmen”
“Yo, Carmen” di María Pagés Compañía, venerdì 12 aprile al Teatro Comunale di Carpi (MO), vuole essere una rilettura della celebre Carmen, non una nuova versione tra le tante già esistenti dell’opera di Merimée. Quel personaggio voluttuoso che Bizet coinvolge con la sua musica affascinante serve come punto di partenza di uno spettacolo che intende disattivare gli stereotipi ideati, mantenuti e insegnati nel corso degli anni per silenziare lo spirito della donna.

 


La nostra guida alla quattordicesima edizione di Fotografia Europea
Le mostre di Horst P. Horst e Larry Fink, Antoine D’Agata, Francesco Jodice, Pixy Liao, l’incontro con Iva Zanicchi, la serata indie con Iosonouncane, Dino Fumaretto e la Rappresentante di Lista. Abbiamo preparato una piccola guida per orientarsi nel labirinto di mostre, temi, concerti, eventi, luoghi, personaggi della quattordicesima edizione di Fotografia Europea che inaugura venerdì 12 aprile a Reggio Emilia.

 


Love check // Mostra elettroaffettiva

Alla Ghirba la mostra “Love check”, concerti, performance e djset
Da venerdì 12 a domenica 14 aprile Ghirba – Biosteria della Gabella, in via Roma, una delle zone della città in cui si concentra il maggior numero di mostre del circuito OFF di Fotografia Europea, ospita “Love check. Mostra elettroaffettiva” di Dalila Longo e Ali Beidoun, i concerti di Confusione music festival (venerdì Bad girl + Bogazzi-Gasparotti, sabato Delenda Noia + So beast), performance e djset.

 


martin parr, beach therapy

“Beach Therapy” di Martin Parr nel nuovo concept store di MAX&Co a Reggio Emilia
Venerdì 12 aprile, in occasione dell’edizione 2019 di Fotografia Europea e dell’apertura del nuovo concept store in Piazza Prampolini a Reggio Emilia, MAX&Co. presenta la mostra “Beach Therapy” di Martin Parr, tratta dall’omonima serie del famoso fotografo britannico. Fino al 30 maggio, nel nuovo store MAX&Co. saranno esposte nove fotografie di medio formato, a cura di Damiani e Studio Blanco. Presentata a Bologna lo scorso febbraio, la mostra di Martin Parr solleva un velo sulle abitudini e i comportamenti umani in un contesto speciale come quello balneare.

 


Giovanni Truppi al Locomotiv
Giovanni Truppi sabato 13 aprile sale sul palco del Locomotiv di Bologna. Cantautore ispirato, Truppi è un polistrumentista e cantante che per stile e liriche rievoca i grandi del cantautorato italiano degli anni ’70. La sua forma canzone è profonda, provocatoria, complessa, imprevedibile e mai banale così come ci dimostra l’album da poco uscito, “Poesia e Civiltà”. Dice Truppi: «A volte sento il bisogno di fare il punto con me stesso su chi sono e quali siano le cose più importanti per me. Tra tante risposte passeggere, la sola che rimane sempre è quella di cui parlo in questa canzone e cioè che l’empatia nei confronti dei più deboli è l’unico motivo per cui valga la pena, per gli uomini, di unirsi o dividersi tra loro».

 


I Lali Puna presentano il nuovo EP, a Bologna
Ancora al Locomotiv, domenica 14 aprile per il concerto dei Lali Puna, che hanno da poco pubblicato il nuovo EP “Being Water”. Con questo lavoro il gruppo tedesco raffina il suo tratto distintivo, ondeggiante tra pop ed elettronica, spingendo i confini verso il cantautorato classico. Sono più di vent’anni che non sbagliano un colpo, non è cosa banale.

 


Goran Bregovic Orchestra a Bologna
Compositore contemporaneo, musicista tradizionale o rock star, Goran Bregovic non ha dovuto scegliere – ha combinato tutto per inventare una musica che è allo stesso tempo universale e assolutamente sua. Cinque anni dopo l’album “Champagne for Gypsies”, Bregovic accompagnato da un’orchestra di 18 elementi presenta “Three letters from Sarajevo”, una nuova produzione incentrata sul tema della diversità religiosa e della coesistenza pacifica. Domenica 14 aprile all’EuropAuditorium di Bologna.

 


Il pianista Ramin Bahrami al Teatro Regio di Parma
Il prodigio iraniano della tastiera Ramin Bahrami ha trovato da tempo in Italia il suo milieu  ideale. La ricerca interpretativa del pianista iraniano si rivolge in particolar modo alla produzione di Johann Sebastian Bach e domenica 14 aprile al Teatro Regio di Parma ce ne offrirà qualche magico esempio.

 


Batsheva - The Young Ensemble

Batsheva – The Young Ensemble, prima europea al Teatro Valli
Uno spettacolo in prima europea domenica 14 aprile, alle 18 al Teatro Municipale Valli di Reggio Emilia, chiude la Stagione di Danza della Fondazione I Teatri. Sul palcoscenico Batsheva – The Young Ensemble con “George & Zalman” (2006) e “Black Milk” (1990), due coreografie di Ohad Naharin, coreografo israeliano, considerato tra i più rappresentativi della danza contemporanea e “The Look” di Sharon Eyal, coreografa in residenza alla Batsheva Dance Company fino al 2012, e che ha poi intrapreso, con il suo partner Guy Bachar, l’attività di coreografa free lance, fondando la compagnia L-E-V.

 

foto in evidenza: Pixy Liao, “It’s never been easy to carry you”, 2013