La giornata del circuito OFF e altre cose che succedono questo fine settimana #17

turn the light on -> off

L’unica data italiana dei Mono al TPO. “W (prova di Resistenza)” al Teatro al Parco. Danza, marching band, djset e performance nella giornata del circuito OFF. dEUS al Magnolia per i 20 anni di “The Ideal Crash”. C’è questo e molto altro da fare tra il 23 e il 29 aprile 2019 in Emilia e dintorni. Ecco quello da non perdere, secondo noi.

 


Lenz Fondazione, [Black] Bruno Longhi

“[Black] Bruno Longhi”, prima nazionale a Lenz Teatro
In occasione della Festa della Liberazione, dal 25 al 27 aprile debutterà a Lenz Teatro, a Parma, il nuovo esito del progetto pluriennale di Lenz Fondazione su Resistenza e Olocausto: “[Black] Bruno Longhi”, dal testo originale di Francesco Pititto sul partigiano parmigiano del quale mai è stato trovato il corpo. (foto di Maria Federica Maestri)

 


hortus

Ai Chiostri di San Pietro Hortus, i giorni nel giardino
A Reggio Emilia, ai Chiostri di San Pietro, oggetto di un recente restauro, dal 26 al 28 aprile torna Hortus: l’evento dedicato alla diffusione e crescita della cultura del giardino e del paesaggio, con piante, artisti, letterati, poeti. Tre giorni per conoscere l’arte ispirata al giardino e al paesaggio, con la possibilità di comprare alberi, arbusti, piante perenni rare e particolari da vivaisti specializzati e di assistere a incontri su temi storici e tecnici.

 


borgo plantarum

Borgo Plantarum, a Castellarano mostra mercato di piante insolite e collezioni botaniche
Per chi sogna giornate trascorse tra rose odorose nel countryside inglese, passeggiando in giardini rigogliosi all’ombra di un cappello di paglia a tesa larga il sabato 27 e domenica 28 aprile al Borgo Antico Le Viole di Castellarano (RE) c’è Borgo Plantarum. Curata dal garden designer Carlo Contesso, la due giorni propone i migliori vivai d’Italia, una selezionatissima rosa di espositori con piante, fiori, bulbi, arredi e oggettistica per il giardino.

 


w prove di resistenza

“W (prova di Resistenza)”, le barricate del ’22 nella rassegna dedicata ai ragazzi
Sabato 27 aprile alle 18.30 al Teatro al Parco di Parma va in scena “W (prova di Resistenza)” di e con Beatrice Baruffini, spettacolo conclusivo della rassegna dedicata agli adolescenti “Punta al Parco”. Parma 1922: prova di resistenza. Nei quartieri popolari dell’Oltretorrente e del Naviglio, gli abitanti resistettero, innalzando le barricate, all’aggressione dei fascisti guidati da Italo Balbo. Furono cinque giorni di scontri in cui quasi tutta la città si schierò unita contro un comune nemico. Donne, uomini, bambini, ragazzi, ognuno come poteva, parteciparono a una lotta collettiva che portò Parma a essere l’unica città in grado di respingere il fascismo, prima della marcia su Roma.

 


Mono, unica data italiana al TPO
Sabato 27 aprile al TPO di Bologna unica data italica per i post-rocker giapponesi Mono. Dopo il prestigioso invito estivo al Meltdown Festival curato da Robert Smith per festeggiare i 20 anni di carriera e l’uscita del nuovo disco “Nowhere now here” si presentano a Bologna accompagnati dalla violoncellista inglese Jo Quail e dai norvegesi Arabrot.

 


circuito off 2019, foto di Cecilia Del Gatto

Danza, marching band, djset e performance nella giornata del circuito OFF
Sabato 27 aprile a Reggio Emilia torna la giornata dedicata al circuito OFF di Fotografia Europea. Si parte alle 17.30 con la performance di danza “Ties” nel Cortile del Palazzo Busetto. Da via Roma alle 18 inizia il percorso tra le mostre del circuito OFF del centro al seguito dell’ensemble di strada P-Funking band per arrivare ai Chiostri di San Pietro dove sono in programma un djset, la premiazione del circuito OFF, una performance di danza e dalle 21.30 concerti, djset, live painting, proiezioni, danza, teatro, installazioni, performance sul tema del dialogo fra culture. (foto di Cecilia Del Gatto)

 


Be Forest al WoPa
Domenica 28 aprile al WoPa di Parma il gruppo di Pesaro presenta il nuovo album “Knocturne”, che segna un ulteriore passo verso la maturità artistica. In mezzo a quei riverberi così tipicamente Be Forest, tra delay che si sovrappongono, percussioni dolenti e rabbiose, e quella voce come un sussurro in un sogno, “Knocturne” racconta la necessità di parlare con sé stessi nel modo più leale possibile.

 


dEUS al Magnolia per i 20 anni di “The Ideal Crash”
Dei fiamminghi a Segrate. In effetti son fiamminghi, ma più che dei, sono Dei. Sì, si rischia di esagerare, ma del resto se Tom Barman & Co. stanno belli comodi nel nostro personale altare della patria musicale, che ci possiamo fare? Domenica 28 aprile si andrà al Magnolia per rinnovare il rito e celebrare il ventennale del capolavoro “The Ideal Crash”. E si suderà.