Le “novelle” di Triennale Decameron

Triennale Decameron

Lo spunto è naturalmente il “Decamerone” di Giovanni Boccaccio che narra di un gruppo di giovani che nel 1348 per dieci giorni si trattiene fuori da Firenze per sfuggire alla peste nera e a turno si racconta delle novelle per trascorrere il tempo.
Invece, per tutto il mese di marzo 2020 la Triennale di Milano ha invitato artisti, designer, architetti, intellettuali, musicisti, cantanti, scrittori, registi, giornalisti ad “abitare” gli spazi vuoti di Triennale per sviluppare una personale narrazione.

Le “novelle” di Triennale Decameron saranno trasmesse ogni giorno alle 17 in diretta sul canale Instragram di Triennale. Dopo l’appuntamento di giovedì 5 marzo con Fedez e Luis, venerdì 6 marzo sarà la volta delle artiste Goldschmied e Chiari che attiveranno diversi fumogeni che, una volta esplosi, produrranno differenti combinazioni di colore: nuvole e volute imprevedibili invaderanno lo spazio del Palazzo in modo impalpabile andando a comporre paesaggi aerei artificiali della durata di pochi minuti in continuo cambiamento.

Sabato 7 marzo arriva ci sarà il musicista Saturnino, domenica 8 marzo il laboratorio di circo con Quattrox4. E poi Lella Costa (lunedì 9 marzo), Silvia Bertocchi (martedì 10 marzo), Pierluigi Pardo e ospiti a sorpresa (mercoledì 11 marzo), Annamaria Ajmone (giovedì 12 marzo), Invernomuto (venerdì 13 marzo) e tanti altri tra cui lo scrittore Sandro Veronesi, il conduttore radiofonico Linus, la scrittrice Michela Murgia, Giacinto Siciliano, direttore Carcere di San Vittore.

Info: www.triennale.org/eventi/triennale-decameron


Immagine in evidenza: Goldschmied & Chiari, Untitled View, courtesy of Galleria Poggiali, Milano


(6 marzo 2020)

Tags: ,