La campagna #iorestoacasa è importante

la campagna #iorestoacasa

Il mondo della cultura e dello spettacolo, uno dei più colpiti dai provvedimenti emanati in questi giorni per limitare il contagio da Coronavirus, si sta mobilitando per rafforzare un concetto semplice e fondamentale: in questo momento è importante stare a casa.

Lo sta facendo attraverso i social con la campagna #iorestoacasa nata spontaneamente sulla rete e condivisa da musicisti, attori, conduttori ma anche da teatri e musei di tutta Italia e dal ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini.

Vasco Brondi per rafforzare il concetto ha condiviso il classico di Bugo, “Casalingo” e c’è chi, come il Teatro La Fenice di Venezia, ha pubblicato su Twitter un estratto dall’andantino del Concerto per flauto e arpa di Mozart.

Molti anche i musei che stanno postando sulla rete i propri capolavori invitando a scoprire da casa i segreti delle loro collezioni. Finora hanno aderito i Musei Reali di Torino, Pompei, il Colosseo, gli Uffizi, Palazzo Reale di Napoli, il museo Egizio, Palazzo Barberini, la Galleria nazionale d’arte moderna e Contemporanea di Roma, il museo archeologico di Cagliari, il parco archeologico dei campi Flegrei, il museo d’arte orientale di Venezia, Capodimonte, il Museo Omero di Ancona, la Galleria Nazionale dell’Umbria, il Museo di San Martino, la Galleria dell’Accademia di Firenze, le Gallerie dell’Accademia di Venezia.

 

Il decreto dell’8 marzo 2020

Nella notte tra sabato 7 e domenica 8 marzo 2020 il Presidente del Consiglio ha firmato un nuovo decreto con ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del Coronavirus sull’intero territorio nazionale.

Tra i tanti provvedimenti, in vigore fino al 3 aprile, ci sono la chiusura dei musei e la sospensione della manifestazioni, degli eventi e degli spettacoli di qualsiasi natura, compresi quelli cinematografici e teatrali svolti in ogni luogo, sia pubblico che privato.

In particolare, in Lombardia e nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia “sono sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonché gli eventi in luogo pubblico o privato” compresi quelli di “carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico quali, a titolo d’esempio, grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati; nei predetti luoghi è sospesa ogni attività”.

 

Dischi, libri e film. I nostri consigli adesso che c’è da restare a casa

Nei giorni scorsi – mentre veniva annunciata la prima sospensione precauzionale di concerti, spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche – abbiamo pubblicato i consigli di Max Cavassa e di Kos Tedde: 10 dischi, 10 libri e 10 film da scoprire o riscoprire stando sul nostro amato divano.

Stare a casa, 10 dischi

 

A casa, ma restiamo uniti

Ci è capitato di vivere un momento complicato. Se mai avessimo avuto dubbi, oggi abbiamo la prova tangibile di quanto sia importante la cultura per tenere insieme una collettività. Tornerà il momento di ritrovarci fuori ed abbracciarci. Oggi, restiamo a casa, ma parliamoci, rimaniamo in contatto, restiamo uniti. Queste pagine, se vorrete, sono a disposizione.


(9 marzo 2020)

Tags: , , , , , , , ,