estate popolare
News

Gli appuntamenti nei quartieri di Estate popolare

Spettacoli, laboratori, narrazioni, esplorazioni, attività ludico-motorie da fine luglio a fine settembre in 15 quartieri di Reggio Emilia

Spettacoli, laboratori, narrazioni, esplorazioni, attività ludico-motorie. Questo e molto altro ancora è Estate popolare, il cartellone di appuntamenti a cielo aperto che da fine luglio a fine settembre animerà 15 quartieri di Reggio Emilia.

Il programma di Estate popolare propone 20 spettacoli tra circo, cinema, musica, danza, teatro e narrazioni, 50 incontri laboratoriali, 16 letture animate, 6 pomeriggi di gioco e 2 di esplorazioni urbane. Accanto agli appuntamenti dedicati all’attività motoria per piccoli e grandi, proposti da Uisp due volte alla settimana in 6 quartieri dal 27 agosto al 30 ottobre.



Una rassegna per coinvolgere i più fragili

Estate popolare è una proposta di Acer promossa e sostenuta dal Comune di Reggio Emilia, assessorato alla Casa, con la collaborazione dei Poli sociali territoriali e del servizio Partecipazione. Realizzata insieme a Uisp con il sostegno del comitato territoriale di Iren, la rassegna, completamente gratuita, ha l’obiettivo di coinvolgere le fasce di popolazione più fragili, che possono aver maggiormente subito le conseguenze del Covid in termini di stabilità economica, socialità e qualità della vita.

I quartieri interessati sono ex Catellani, Compagnoni-Fenulli, don Pasquino Borghi, via Mascagni, via Ariosto, viale Magenta, Foscato, Pieve, Gardenia, Villaggio Stranieri, via Fogliani, Cella, Santa Croce, San Prospero, Sesso.

Lo studio di Acer durante il lockdown

Il progetto nasce da uno studio sul territorio effettuato da Acer durante il periodo di lockdown. Tra le esigenze espresse dagli intervistati, sono emersi in particolare il desiderio di stare all’aperto, fare movimento, ricostruire legami e, non ultima, la necessità di prendersi cura dei luoghi e degli spazi comuni del proprio quartiere.

Il contributo delle associazioni reggiane

Si tratta di un totale di quasi 200 appuntamenti, realizzati grazie alla collaborazione di alcune tra le più vivaci realtà associative cittadine: Arci Reggio Emilia, Circolabile, Dinamica, Galline Volanti, Il Fortunale, Natiscalzi DT, Perdiqua, R nel bosco, Urbanauti.

I primi laboratori di Estate popolare (foto da www.facebook.com/estatepop)

Circo contemporaneo

Estate popolare ha preso il via venerdì 31 luglio al parco i Platani di via Fenulli con il “Circo di quartiere” a cura di Circolabile, un percorso formativo e ludico di iniziazione alle arti circensi: quattro pomeriggi di laboratorio con Luca Macca e uno spettacolino finale aperto a tutti sabato 8 settembre in via Compagnoni 42. Il circo contemporaneo è uno dei temi portanti di “Estate popolare” e nel cartellone sono presenti quattro laboratori a cura delle associazioni Dinamica e Circolabile, con altrettanti momenti di spettacolo, e due serate a tutto circo a cura di Dinamica, che porta a Reggio Emilia la compagnia Cieocifa (nei quartieri don Pasquino Borghi il 15 settembre e Foscato il 16) con lo spettacolo “Tre piccioni con una favola”.

I primi laboratori di Estate popolare (foto da www.facebook.com/estatepop)

Cinema all’aperto e musica popolare

In una programmazione estiva che si rispetti non può mancare il cinema sotto le stelle. Ci pensa Arci Reggio Emilia che all’ex Villaggio Catellani propone il “Cinema di condominio”: una rassegna di quattro film non consueti, che raramente si vedono sul grande schermo, dedicati a tutta la famiglia. Non solo cinema per Arci, che propone tre percorsi dedicati alla musica popolare: il concerto a fiato dell’Usignolo, gran finale della rassegna in programma al Villaggio Stranieri il 19 settembre, e un doppio ciclo di laboratori di avvicinamento alla musica a cura del maestro Emanuele Reverberi, con concerto finale della sua Banda di quartiere (con partenza da viale Trento e Trieste il 10 settembre e dal centro sociale La Mirandola di Pieve il 17).



Laboratori e spettacoli teatrali

E poi c’è il teatro, che si lega alla danza nelle proposte della compagnia Natiscalzi DT, che lancia una sfida ai ragazzi del quartiere Gardenia con il laboratorio di una settimana “Which community?”: Tommaso Monza e Claudia Rossi Valli, insieme alla giovane artista italo-nigeriana Hillary Garuba, aiuteranno i giovani allievi a sviluppare la propria “espressione transculturale”. L’esito del lavoro sarà presentato al pubblico con uno spettacolo il 5 settembre, nella corte interna di via Piccinini 5. Il 12 settembre, sul terrazzo condominiale di via Cagliari 18, a San Prospero, Natiscalzi DT porterà in scena “Dei nostri eroi più fragili”, riflessione ironica sulla figura dell’eroe dei nostri giorni.

I primi laboratori di Estate popolare (foto da www.facebook.com/estatepop)

Ancora teatro, ma con altre atmosfere, per la compagnia romantica e gotica Il Fortunale, che il 19 agosto ammalierà la piazzetta del Villaggio Foscato con “Dracula, a comedy”, versione parodica dell’intramontabile romanzo di Bram Stoker, per la regia e l’adattamento di Guglielmo Del Sante. Per gli amanti delle storie ci sono anche i percorsi di narrazione a cura di Galline Volanti, 20 appuntamenti diffusi in 4 quartieri tra letture animati e spettacolini. L’associazione, specializzata nella diffusione di buone letture, trasformerà in “Vicini di storie” anche gli abitanti dei quartieri Foscato e Compagnoni-Fenulli, di via Fogliani e via Mascagni.

Il programma completo di Estate popolare è disponibile al sito di Acer.

Il progetto grafico è a cura di Bread and Jam.