“Proprietà e atto (esilio permanente)” e altre cose che succedono lunedì 17 dicembre

Francesco Mandelli

Il Teatro Herberia di Rubiera (RE) lunedì 17 dicembre presenta in prima esecuzione per l’Italia Proprietà e atto (esilio permanente) – Monologo per un uomo leggermente straniero, di Will Eno, per la regia di Leonardo Lidi, con l’eclettico Francesco Mandelli. “Proprietà e atto (esilio permamente)” di Will Eno, dopo “Thom Pain” e “Lady Grey”, è idealmente un terzo tempo di riflessione sull’esistenza e il valore del tempo nelle nostre vite. Scrive l’autore, a prefazione di questo allestimento: «Proprietà e atto è un monologo interpretato da un uomo che viene da qualche parte imprecisata e che è arrivato qui. Nei suoi esilaranti e strazianti tentativi di comprendere se stesso e il mondo che gli è rimasto, o di comprendere noi e il mondo in cui è arrivato, getta una luce decisamente necessaria sulla nostra esperienza collettiva. Il tempo di esecuzione, se l’attore non muore o pensa ad altro, è di circa un’ora». (foto di Luca Del Pia)