lun 18 novembreMark Lanegan con Duke Garwood | Teatro Duse

Mark Lanegan con Duke Garwood
lunedì 18 novembre 2013
Bologna, Teatro Duse
Info: www.vivoconcerti.com

Mark Lanegan torna insieme al multi strumentista londinese Duke Garwood (già al lavoro tra gli altri con Wire, Kurt Vile, Savages) a supporto della loro collaborazione sfociata nell’album Black Pudding, pubblicato lo scorso maggio per Heavenly Recordings.  “Duke Garwood è uno dei miei artisti preferiti di sempre” ha ammesso Lanegan, “lavorare a questo disco con lui è stata una delle migliori esperienze della mia vita”.

dal 22 al 24 novembreNovember Porc

November Porc … speriamo ci sia la nebbia! 2013
dal 22 al 24 novembre 2013
Roccabianca (PR)
Info: www.novemberporc.com

L’ultimo finesettima di November Porc – la manifestazione che unisce stand gastronomici, mercati e spettacoli nella bassa parmense  – sarà a Roccabianca. Tra gli appuntamenti, il 22 novembre nell Teatro Arena del Sole si tiene la prima edizione dell’evento Culatello e Jazz Winter con Willie Jones III Quintet featuring  Piero Odorici & Roberto Rossi.

fino al 5 dicembreStag | Dispari&Dispari

Stag
fino al 5 dicembre
Reggio E., Dispari&Dispari Project
Info: www.dispariedispari.org

L’evento riunisce il lavoro di 35 artisti internazionali che lavorano nelle città di Londra e Berlino, concepito attraverso un dialogo tra Andrea Sassi (direttore di dispari&dispari) e le artiste Katrin Plavcak, Charlotte Cullinan e Jeanine Richards. Stag inquadra una posizione per la pittura quando questa è instabile, mutevole e gestuale – o anche quando diviene uno spazio tra passato e futuro, realtà e finzione.

fino al 19 gennaioLe immagini della fantasia | Sàrmede (TV), Casa della Fantasia

Le immagini della fantasia. Mostra Internazionale d’illustrazione per l’infanzia
fino al 19 gennaio 2014
Sàrmede (TV), Casa della Fantasia
Info: www.sarmedemostra.it

Storie maya e atzeche protagoniste della mostra di Sarmede: il Messico è il Paese della Fiaba della XXXI edizione. Serpenti piumati, fantasmi, amori tra sole e luna, pipistrelli bellissimi e leggeri colibrì popolano le fiabe, i miti e le leggende della multiforme tradizione messicana. Accanto all’omaggio alla Nazione ospite, la mostra proporrà ai suoi visitatori anche la grande carrellata del meglio che il settore dell’illustrazione per l’infanzia abbia proposto a livello mondiale.

Illustrazione di Marco Somà

fino al 10 gennaio Guim Tiò Zarraluki. Gris | Parma, Galleria Loppis

Guim Tiò Zarraluki. Gris
a cura di Elisa Maestri e Alessandro Chiodo
dal 16 novembre 2013 al 10 gennaio 2014
Parma, Galleria Loppis
Info: www.loppis.it/gallery

Loppis Galleria presenta Gris la personale di Guim Tìo Zarraluki. L’artista spagnolo, che espone per la prima volta in Italia, ha deciso di proporre un progetto d’artista fatto su misura per lo spazio espositivo. In quindici giorni, ospitato dalla galleria, Guim Tìo Zarraluki preparerà un nuovo lavoro stando a contatto diretto con la città e con la galleria stessa.

fino al 24 novembreEmanuele Sferruzza

Emanuele Sferruzza. Hacking Biometrics
dall’8 al 24 novembre 2013
Reggio E., Chiesa di San Carlo
Info: mszkwcz.com – www.csart.it – info@flagnoflags.org

L’Associazione Culturale Flag No Flags presenta, dall’8 al 24 novembre, presso la Chiesa di S. Carlo (Via S. Carlo, 1) a Reggio Emilia, Hacking Biometrics, mostra personale di Emanuele Sferruzza, artista reggiano che ha recentemente esposto alla 54. Biennale di Venezia, al Wereldmuseum di Rotterdam ed al National Fine Arts Museum di Taichung.

Hacking Biometrics è la sua ultima ricerca, che segna il distacco definitivo dalla corrente precedente. In mostra, opere tratte da due fasi di studio: Rotazioni e Venti. Come si legge nel testo di presentazione, “Non pensiamo più il virtuale, è il virtuale che pensa noi. Questa trasparente inaccessibilità che ci separa definitivamente dal reale ci è così inintelligibile quanto lo è il vetro di una finestra chiusa per una mosca che desidera oltrepassarlo per raggiungere il mondo esteriore. La mosca, come descrive Baudrillard, non può nemmeno immaginare cosa mette fine al suo spazio. Nello stesso modo non possiamo immaginare quanto il virtuale trasforma in continue anticipazioni tutte le rappresentazioni che noi abbiamo del mondo circostante e della percezione di noi stessi”.

fino al 23 marzoL’enigma Escher | Reggio E., Palazzo Magnani

L’enigma Escher. Paradossi grafici tra arte e geometria
fino al 23 marzo 2014
Reggio E., Palazzo Magnani
Info: www.palazzomagnani.it

In mostra la produzione dell’incisore e grafico olandese, dai suoi esordi alla maturità, con ben 130 opere provenienti da prestigiosi musei, biblioteche, istituzioni nazionali e collezioni private. A Palazzo Magnani sono riunite xilografie e mezzetinte che presentano le costruzioni di mondi impossibili, le esplorazioni dell’infinito, le tassellature del piano e dello spazio, i motivi a geometrie interconnesse che cambiano gradualmente in forme via via differenti.
“Con le mie stampe – scrisse Escher – cerco di testimoniare che viviamo in un mondo bello e ordinato e non in un caos senza forma, come sembra talvolta. I miei soggetti sono spesso anche giocosi: non posso esimermi dallo scherzare con le nostre inconfutabili certezze. Per esempio, è assai piacevole mescolare sapientemente la bidimensionalità con la tridimensionalità, la superficie piana con lo spazio, e divertirsi con la gravità…”.

Maurits Cornelis Escher, Nastro di Möbius II (Formiche rosse)

fino al 30 novembreTaisuke Koyama a Modena

Taisuke Koyama. Rainbow variations and other works
fino al 30 novembre
Modena, Metronom
Info: www.metronom.it

A differenza della Dorothy del Mago di Oz, Taisuke Koyama non vuole ritrovarsi sopra l’arcobaleno, ma dentro di esso. La sua serie più famosa sfrutta il fenomeno dell’iride, i suoi colori e la sua simbolicità per sondare inganni, manipolazioni e aggiustamenti della percezione
con l’ausilio del lavoro del tempo, degli agenti atmosferici, della tecnologia. Può darsi che usciti da questa mostra esclamiate come Godard “Non è sangue, è rosso”. (a.z.)

fino all’8 dicembreDe Pisis en voyage | Mamiamo di Traversetolo, Magnani Rocca

De Pisis en voyage. Roma, Parigi, Londra, Milano, Venezia
fino all’8 dicembre 2013
Mamiano di Traversetolo (PR), Fondazione Magnani Rocca
Info: www.magnanirocca.it/

Nell’esposizione dedicata al grande maestro ferrarese troviamo circa 80 tra dipinti e opere su carta, provenienti da musei nazionali e da collezioni private, che rispecchiano i suoi interessi principali: i luoghi innanzitutto, i volti e le persone che li abitano, la natura
che li attraversa. Il carattere cosmopolita dell’artista e il suo incessante viaggiare per l’Europa degli anni Trenta-Quaranta pone de Pisis in una luce moderna e attuale, quella di un intellettuale senza frontiere che in un periodo di rafforzamento delle nazioni e di crisi internazionale sceglie le principali capitali come sedi più proprie alla personale declinazione espressiva.

fino al 14 dicembreTecnomese | Reggio E., Tecnopolo

Tecnomese
fino al 14 dicembre 2013
Reggio E., Tecnopolo
Info: www.municipio.re.it/areanord

Il 26 ottobre 2013 è stato inaugurato il Tecnopolo di Reggio Emilia, nato per produrre e diffondere conoscenza, attrarre imprese hi-tech e ad alto valore aggiunto, fungere da incubatore di start up e spin-off. Il Tecnopolo ha sede all’interno del ristrutturato capannone 19 delle storiche Officine Reggiane, oggi proprietà del Comune di Reggio Emilia.

Fino a metà dicembre nella sala convegni del Tecnopolo si svolgono le iniziative del Tecnomese, su invito e rivolte a un pubblico specialistico. In occasione di questi incontri il Tecnopolo e, fino al 24 novembre, le mostre fotografiche allestite al suo interno – normalmente aperte al pubblico solo le domeniche pomeriggio di novembre – sono visitabili.

La mostra “Officine Meccaniche Reggiane” con foto di Fabio Boni, Alessandra Calò, Fabrizio Cicconi che riflettono, con sguardi diversi, su una parte di storia delle Reggiane mettendo al centro le persone, il lavoro e i suoi luoghi.

La mostra “Archivio storico delle Officine Reggiane. Recupero, salvaguardia e valorizzazione”, è invece organizzata da Istoreco, l’Istituto per la storia della Resistenza e della Società contemporanea di Reggio Emilia.