Evan Dando

Lemonheads e altre cose che succedono domenica 24 febbraio


I Lemonheads fanno tappa al Locomotiv per presentare “Varshons 2”, al WoPa ci sono i Movie Star Junkies, a Piacenza con Bill Frisell Trio prende il via la sedicesima edizione del Jazz Festival, a I Vizi del Pellicano arrivano i Comaneci. Ecco le cose da non perdere domenica 24 febbraio in Emilia e dintorni, secondo noi.

 


I Lemonheads presentano “Varshons 2” al Locomotiv
Sono passati dieci anni da “Varshons”, l’album di cover pubblicato dai Lemonheads, la band esplosa negli anni ’90 del grunge rock e dell’indie americano e diventata popolarissima proprio grazie a una cover, quella di “Mrs Robinson” di Simon and Garfunkel. Era tempo di un sequel: “Varshons 2”, prodotto da Matthew Cullen e masterizzato da Howie Weinberg. Questa volta il carismatico leader Evan Dando si misura con personali e originali interpretazioni del repertorio di Nick Cave, Yo La Tengo, The Bevis Frond, Lucinda Williams, John Prine, Eagles e tanti altri ancora. Appuntamento dal vivo domenica 24 febbraio al Locomotiv di Bologna.

 


Movie Star Junkies al WoPa Temporary
Il gruppo di Torino, attivo oramai dal 2006, domenica 24 febbraio arriva al WoPa Temporary di Parma portando la sua carica dinamitaria di punk blues e garage rock. Dal vivo sono spesso sensazionali e sporchi quanto basta da renderli adorabili per chi ama quel suono grattugiato e vissuto.

 


BILL FRISELL TRIO

Al via la sedicesima edizione di Piacenza Jazz
Prende il via domenica 24 febbraio con Bill Frisell Trio featuring Tony Scherr and Kenny Wollesen la sedicesima edizione del Piacenza Jazz Festival. Il programma di respiro internazionale e la ricca costellazione di eventi collaterali di carattere musicale e culturale sono guidati dall’ambizione di costruire “un festival per tutti”. Le proposte spaziano da novità contraddistinte da originalità e qualità artistica a nomi di calibro che rappresentano il panorama jazzistico nazionale e internazionale tra cui Richard Galliano, Stefano Bollani e Gonzalo RubalcabaErik Friedlander e il suo quartetto “Throw a Glass” con Uri Caine al pianoforte. A fare da fil rouge della manifestazione l’attenzione alle avanguardie e alla sperimentazione dei nuovi linguaggi e delle nuove forme espressive, la contaminazione che gioca con le tecniche e mescola diverse arti e le collaborazioni fattive con le realtà del territorio in cui ci si muove e da cui nascono progetti come “Ospedarte”, che coinvolge l’azienda USL di Piacenza e fa entrare la musica in ospedale, oppure “Il Jazz va a scuola” che vede i musicisti invitati dal Jazz Club piacentino entrare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la propria storia, il significato profondo dei propri percorsi artistici. Il festival prosegue fino al 7 aprile.

 


comaneci

Comaneci ai Vizi
Alle Olimpiadi del 1976 Nadia Comaneci, un’esile ragazzina rumena, lasciò il mondo senza fiato per la grazia con cui fluttuò tra le parallele, vedendosi assegnare il primo “dieci” della storia della ginnastica artistica. A lei, alla leggerezza con cui sorprese ogni aspettativa e arrivò là dove nessuno avrebbe immaginato potesse arrivare, rimanda il nome del gruppo formato da Francesca Amati e Glauco Salvo. “Rob a Bank” è il loro ultimo progetto musicale di canzoni semplici in cui il folk incontra il blues. Domenica 24 febbraio sono a I Vizi del Pellicano di Fosdondo di Correggio (RE).