L’anteprima di Poesia Festival

poesia festival

Due giornate di anteprima, lunedì 17 e martedì 18 settembre, in attesa di Poesia Festival 2018.
Si parte lunedì alle 17 al Teatro del Tempio di Modena con Poesia e Salute, in corrispondenza con la giornata mondiale dell’Alzheimer, il 21 settembre, un incontro di riflessione insieme a poeti, critici, attori, medici, personale di assistenza e ospiti delle strutture di degenza di Modena. Ad accompagnarli le note della chitarra di Andrea Candeli.
Sempre lunedì 17 settembre al MUSA – Museo della Salumeria a Castelnuovo Rangone alle 21 prende il via la serata Pablo Neruda: confesso che ho vissuto. Il poeta cileno rivive nel racconto biografico di Stefano Lusardi e nella lettura di Claudio Calafiore e Andrea Santonastaso. A seguire Tommaso Di Francesco legge le sue poesie. La serata sarà accompagnata da interventi musicali di Alessia Martegiani e Maurizio Di Fulvio.

A Castelfranco Emilia martedì 18 settembre si parla di Poesia e Dolore: alla Casa della salute “Regina Margherita”, a partire dalle 18, in programma le testimonianze di Roberto Alperoli, Alberto Bertoni ed Emilio Rentocchini, seguite da un intervento di Roberto Galaverni e accompagnati dalle musiche di Federica Prata.
Sempre martedì, a Spilamberto, presso lo Spazio Famigli a partire dalle 21 ha luogo il Reading del collettivo poetico Modena City Rimers, presentato da Kabir Yusuf Abukar; Giovanna Cristina Vivinetto legge le sue poesie e dialoga con Alberto Bertoni; a seguire lo spettacolo del collettivo poetico Cardiopoetica, presentato da Marco Bini.

Poesia Festival 2018 prende il via ufficialmente mercoledì 19 settembre nei borghi antichi di nove comuni modenesi: Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Marano sul Panaro, Savignano sul Panaro, Spilamberto, Vignola, Zocca, Guiglia, Castelfranco Emilia. In arrivo grandi autori e giovani promesse, che testimoniano la grande vitalità della poesia oggi. Per citarne solo alcuni, Livia Chandra Candiani, Valerio Magrelli, Giuliano Scabia, Roberto Pazzi, Giovanna Vivinetto, Julian Zhara. Saliranno sui palchi sparsi per le colline modenesi anche artisti del calibro di Angelo Branduardi e Fabio Concato per oltre 30 eventi in sette giorni, tutti gratuiti.