Cosa succede questa settimana? #8

Fabrizio Gifuni

Barre Phillips a Parma, “Falcone. Le idee restano” a Scandiano (RE), il nuovo tour (nei teatri) dei Massimo Volume che parte da Bologna, una lettura di Fabrizio Gifuni al Campo di Fossoli a Carpi (MO) nel centenario della nascita di Primo Levi, il nuovo tour (con il nuovo album) di Murubutu a L’Altro Teatro, un altro nuovo lavoro, quello dei C’mon Tigre, dal vivo al TPO, i Lemonheads al Locomotiv. C’è questo e molto altro da fare tra il 19 e il 25 febbraio in Emilia e dintorni. Ecco quello da non perdere, secondo noi.

 


Lithuanian Chamber Orchestra

Lithuanian Chamber Orchestra e Sergej Krylov al Teatro Valli
La Lithuanian Chamber Orchestra e il talento violinistico di Sergej Krylov, che ne è direttore musicale, approdano per la Stagione dei Concerti al Teatro Valli di Reggio Emilia martedì 19 febbraio. In programma l’esecuzione di tre grandi capolavori del genio di Salisburgo, aka Wolfgang Amadeus Mozart. In rapida successione, Concerto in sol maggiore per violino e orchestra K 216, Concerto in re maggiore per violino e orchestra K 218, Concerto in la maggiore per violino e orchestra K 219.

 

Prima nazionale del film “L’Appennino che suonava”
Martedì 19 febbraio al Cinema Rosebud di Reggio Emilia doppia proiezione alle 19 e alle 21 di “L’Appennino che suonava” di Alessandro Scillitani. Il film è un viaggio ideale nei luoghi dell’Appennino Reggiano in cui vissero e operarono i suonatori popolari tra fine Ottocento e metà degli anni Settanta. Attraversando luoghi, case, osterie, dall’evocazione dei suoni e delle musiche, dal racconto dei testimoni si traccia il profilo di un periodo in cui la musica era al centro della vita della comunità. La colonna sonora è costituita dalle musiche, registrate all’epoca della ricerca dai portatori originali o riproposte oggi da musicisti che reinterpretano quei brani: Emanuele Reverberi, Paolo Simonazzi, Filippo Chieli, Remo Monti, Riccardo Varini.

 


barre phillips

Barre Phillips torna a Parma per un concerto-laboratorio di improvvisazione
Barre Phillips, leggendario contrabbassista e fondatore del Centro Europeo per l’Improvvisazione, nel cuore della Provenza, mercoledì 20 febbraio torna a Parma, alla Casa della Musica, per costruire con Roberto Bonati e Parmafrontiere un imperdibile concerto-laboratorio di improvvisazione. Un incontro strumentale aperto, con artisti internazionali ed italiani, che conferma la vocazione produttiva e cosmopolita di Cepi e ParmaFrontiere. Alla performance musicale si affiancherà la pittura estemporanea di Alberto Ferretti. (foto di Kaye Pratt)

 


A Scandiano “Falcone. Le idee restano”
La conferenza-spettacolo “Falcone. Le idee restano”, mercoledì 20 febbraio alla Sala Bruno Casini di Scandiano (RE), prende spunto dal libro “Giovanni Falcone. Le idee restano” (Edizioni San Paolo, 2017) scritto dalla professoressa Maria Falcone in collaborazione con Monica Mondo. In questo libro la sorella del giudice rilegge l’album dei ricordi: l’infanzia con i fratelli, la famiglia e gli insegnamenti, la Palermo in cui sono cresciuti, gli incontri e le amicizie, le gioie e i dolori. Il ricordo non appartiene solo al passato, è lo strumento per capire il presente, per trasformare il timore in ricerca di giustizia, per non ridurre un uomo al ruolo di sola icona, piuttosto per ribadirne legami, affetti, ideali e passioni. Il corpo fa l’uomo mortale, le idee lo consegnano alla storia. Gli ideali di Giovanni Falcone restano, bandiera delle quotidiane lotte per lo stato di diritto.

 


massimo volume

Il nuovo tour (nei teatri) dei Massimo Volume parte da Bologna
Da qualche giorno è uscito il loro nuovo album, dalla splendida cover, intitolato “Il nuotatore”.
La notizia è di quelle importanti: a sei anni di distanza da “Aspettando i barbari”, i Massimo Volume ritornano con il primo album realizzato “in trio” (Egle Sommacal, Emidio Clementi, Vittoria Burattini). E parte una tournée nei teatri, non a caso da Bologna, da decenni oramai la loro patria adottiva. L’appuntamento è per mercoledì 20 febbraio all’Auditorium Manzoni.

 


I Crocodiles al Covo col nuovo album
Giovedì 21 febbraio torna al Covo Club la band di Brandon Welchez & Charles Rowell con il loro sound tra post-punk e noise-pop. I Crocodiles presentano il nuovo disco “Love is Here” in uscita questo mese e c’è grande attesa, soprattutto della loro carica live. Coraggio, nella mischia!

 


Al Campo di Fossoli una lettura di Fabrizio Gifuni nel centenario della nascita di Primo Levi
Giovedì 21 febbraio segna l’inizio delle celebrazioni del Centenario della nascita di Primo Levi.
Il Centro Internazionale di Studi Primo Levi di Torino e la Fondazione Fossoli hanno chiesto a Fabrizio Gifuni di leggere alcuni brani tratti da “Se questo è un uomo” e “I sommersi e i salvati”.
Le letture avverranno nel campo di Fossoli a Carpi (MO) da cui, settantacinque anni fa, Primo Levi fu deportato ad Auschwitz. Interverranno Pierluigi Castagnetti (Presidente della Fondazione Fossoli), Ernesto Ferrero (Presidente del Centro Primo Levi di Torino) e Alberto Bellelli (Sindaco di Carpi).

 


Il nuovo tour (con il nuovo album) di Murubutu parte da L’Altro Teatro
Venerdì 22 febbraio a L’Altro Teatro di Cadelbosco Sopra (RE) prima data del tour di presentazione del nuovo album del rapper e cantautore Murubutu, “Tenebra è la notte ed altri racconti di buio e crepuscoli”, suo quinto lavoro in studio nonché il suo terzo concept album. Il filo conduttore è la notte, notte che si fa medium narrativo attraverso cui raccontare fenomeni complessi come la guerra, la solitudine, il lutto ma anche il fascino della natura, l’ispirazione artistica, l’amore.

 


I C’mon Tigre presentano il nuovo album al TPO
Il 15 febbraio è uscito il nuovo album dei C’mon Tigre, “Racines”. Nel loro nuovo disco i suoni del Mediterraneo – il mare della loro terra -, si intersecano, intrecciano e sovrappongono con un caleidoscopio di altre sonorità e un approccio nuovo, basato – spiegano – «sul tipo di lavoro che avevamo fatto riarrangiando il primo album per i live, quindi enfatizzando la parte sintetica dei pezzi». Quel lavoro, questa volta, è stato portato avanti da subito: «La composizione dei brani ha previsto sin dall’inizio l’utilizzo di macchine e sintetizzatori come base per l’intervento di strumenti acustici. L’obiettivo era di riprocessare in maniera più contemporanea il terreno dell’influenza mediterranea da cui il nostro progetto è indubbiamente partito». Dal vivo, venerdì 22 febbraio al TPO di Bologna.

 


Emanuele Ferrari

“Sulle note: musica e felicità”, nuova lezione-concerto di Emanuele Ferrari
Sabato 23 febbraio alle 18 al Teatro Cavallerizza di Reggio Emilia continua il ciclo di lezioni/concerto del bravissimo e preparatissimo pianista milanese Emanuele Ferrari. Il ciclo, lo ricordiamo, si chiama “Sulle note: musica e felicità” e quest’oggi il menu prevede “La felicità sognata” di Franz Liszt, Parafrasi dal Rigoletto di Giuseppe Verdi. Virtuosismi dietro l’angolo? (foto di A. Ferrillo)

 


Trail of Dead, unica data al Covo per i 20 anni di “Madonna”
…And You Will Know Us by the Trail of Dead per celebrare i 20 anni dall’uscita dell’album “Madonna” tornano in Italia per un’unica data, sabato 23 febbraio al Covo di Bologna, per suonare il disco per intero, insieme a una selezione di altre canzoni tratte dalla propria discografia. I Trail of Dead, come sono più comunemente noti, sono una potente combinazione di furia post punk, indie rock e prog che prende forma nel 1994 da un’idea di Jason Reece e Conrad Keely.

 


I Lemonheads presentano “Varshons 2” al Locomotiv
Sono passati dieci anni da “Varshons”, l’album di cover pubblicato dai Lemonheads, la band esplosa negli anni ’90 del grunge rock e dell’indie americano e diventata popolarissima proprio grazie a una cover, quella di “Mrs Robinson” di Simon and Garfunkel. Era tempo di un sequel: “Varshons 2”, prodotto da Matthew Cullen e masterizzato da Howie Weinberg. Questa volta il carismatico leader Evan Dando si misura con personali e originali interpretazioni del repertorio di Nick Cave, Yo La Tengo, The Bevis Frond, Lucinda Williams, John Prine, Eagles e tanti altri ancora. Appuntamento dal vivo domenica 24 febbraio al Locomotiv di Bologna.

 


Movie Star Junkies al WoPa Temporary
Il gruppo di Torino, attivo oramai dal 2006, domenica 24 febbraio arriva al WoPa Temporary di Parma portando la sua carica dinamitaria di punk blues e garage rock. Dal vivo sono spesso sensazionali e sporchi quanto basta da renderli adorabili per chi ama quel suono grattugiato e vissuto.

 


comaneci

Comaneci ai Vizi
Alle Olimpiadi del 1976 Nadia Comaneci, un’esile ragazzina rumena, lasciò il mondo senza fiato per la grazia con cui fluttuò tra le parallele, vedendosi assegnare il primo “dieci” della storia della ginnastica artistica. A lei, alla leggerezza con cui sorprese ogni aspettativa e arrivò là dove nessuno avrebbe immaginato potesse arrivare, rimanda il nome del gruppo formato da Francesca Amati e Glauco Salvo. “Rob a Bank” è il loro ultimo progetto musicale di canzoni semplici in cui il folk incontra il blues. Domenica 24 febbraio sono a I Vizi del Pellicano di Fosdondo di Correggio (RE).

 


ragazzi di vita

“Ragazzi di vita” al Teatro Asioli
Dal romanzo che nel 1955 diede scandalo con le sue storie di povertà e disperazione, “Ragazzi di vita”, Massimo Popolizio dirige Lino Guanciale e un folto gruppo di giovani attori (18 interpreti), su drammaturgia di Emanuele Trevi, dando vita ad un universo di fibrillazioni e vitalità anarchiche. “Ragazzi di vita” fu l’esordio narrativo di Pier Paolo Pasolini, che gli valse un processo e il ruolo di provocatore della società perbenista. Quasi inutile sottolineare l’impressionante modernità di questo capolavoro. In scena lunedì 25 e martedì 26 febbraio.