“Joie de vivre” e altre cose che succedono martedì 18 dicembre

Compagnia Simona Bertozzi Nexus, Joie de vivre

Dopo il debutto lo scorso fine settimana al Teatro Storchi di Modena, martedì 18 dicembre arriva alla Fonderia di Reggio Emilia Joie de vivre della Compagnia Simona Bertozzi | Nexus. Lo spettacolo vedrà in scena un inedito ensemble di danzatori, individuati mediante partecipatissime audizioni tenute nella scorsa primavera a Londra e a Bologna, e una coppia di cantanti specializzati nel canto difonico.
«Joie de vivre – racconta Simona Bertozzi – è un pensiero in forma coreografica che si rivolge all’universo vegetale, il più antico e diffuso del pianeta, al fine di ricercare quelle attitudini emergenti che si mettono in atto nell’incessante tentativo di giungere a uno stato di felicità». (foto di Luca Del Pia)


 
 

“Proprietà e atto (esilio permanente)” e altre cose che succedono lunedì 17 dicembre

Francesco Mandelli

Il Teatro Herberia di Rubiera (RE) lunedì 17 dicembre presenta in prima esecuzione per l’Italia Proprietà e atto (esilio permanente) – Monologo per un uomo leggermente straniero, di Will Eno, per la regia di Leonardo Lidi, con l’eclettico Francesco Mandelli. “Proprietà e atto (esilio permamente)” di Will Eno, dopo “Thom Pain” e “Lady Grey”, è idealmente un terzo tempo di riflessione sull’esistenza e il valore del tempo nelle nostre vite. Scrive l’autore, a prefazione di questo allestimento: «Proprietà e atto è un monologo interpretato da un uomo che viene da qualche parte imprecisata e che è arrivato qui. Nei suoi esilaranti e strazianti tentativi di comprendere se stesso e il mondo che gli è rimasto, o di comprendere noi e il mondo in cui è arrivato, getta una luce decisamente necessaria sulla nostra esperienza collettiva. Il tempo di esecuzione, se l’attore non muore o pensa ad altro, è di circa un’ora». (foto di Luca Del Pia)


 
 

“A Christmas Carol” e altre cose che succedono venerdì 14 dicembre

a christmas carol

Il Teatro Valli di Reggio Emilia da venerdì 14 a domenica 16 dicembre ospita la Compagnia dell’Alba in A Christmas Carol, spettacolo che inaugura la stagione dei musical. Adattamento del celebre romanzo di Charles Dickens, A Christmas Carol è la storia fantastica di Ebenezer Scrooge, un ricco e avaro uomo d’affari, qui interpretato da Roberto Ciufoli. Le musiche originali sono di Alan Menkel, vincitore di 8 premi Oscar 8 vittorie con lavori quali La bella e La Bestia, La Sirenetta, Aladdin, Sister Act. Lo spettacolo prevede la traduzione e l’adattamento italiano di Gianfranco Vergoni. La direzione musicale sarà curata da Gabriele de Guglielmo. La scenografia sarà opera di Gabriele Moreschi.


 
 

“Cantiere aperto in nome del padre” e altre cose che succedono giovedì 13 dicembre

Mario Perrotta

Giovedì 13 dicembre il Teatro Herberia di Rubiera (RE) ospita lo spettacolo Cantiere aperto in nome del padre, di e con Mario Perrotta. La pièce, che ha come consulente alla drammaturgia Massimo Recalcati, parte dall’oggi, dallo stravolgimento delle figure di “padre – madre – figlio” che il nuovo millennio ha portato con sé, per spogliarli progressivamente del quotidiano e riportarli, nudi, all’essenza delle loro relazioni. (foto di Luigi Burroni)


 
 

La predica di Natale e altre cose che succedono mercoledì 12 dicembre

Carlo Lucarelli

Mercoledì 12 dicembre alle 21.30 al Circolo Arci Cucine del Popolo di Massenzatico, a Reggio Emilia, Carlo Lucarelli legge La predica di Natale di Camillo Prampolini. Dopo Max Collini e Arturo Bertoldi nel 2014, Giuseppe Caliceti nel 2016 e Massimo Zamboni nel 2017, quest’anno sarà lo scrittore bolognese a recitare uno degli scritti più noti del politico reggiano, tra i padri del socialismo italiano. Il Circolo Cucine del Popolo si trova in via Beethoven 78/e, a pochi passi dalla prima Casa del Popolo italiana voluta proprio da da Camillo Prampolini nel 1893.


 
 

Vox Luminis e altre cose che succedono martedì 11 dicembre

Vox Luminis

Musica di secoli fa, martedì 11 dicembre a Reggio Emilia, presso il Teatro Valli con il Vox Luminis, ensemble belga di musica antica, per la prima volta in Italia. Diretta da Lionel Meunier, eseguirà eseguirà musiche composte da Georg Friedrich Händel nel suo soggiorno di Roma nel 1707: al centro del programma la Beata Vergine Maria del Monte Carmelo.
VoxLuminis è stato creato nel 2004 dal suo direttore artistico Lionel Meunier e si esibisce in oltre 60 concerti all’anno sui palcoscenici del Belgio e in tutto il mondo.

 
 

Roberto Abbiati e altre cose che succedono domenica 9 dicembre

Roberto Abbiati, foto di Lucia Baldini

Domenica 9 dicembre alle 17 alla Casa Museo Pietro Ghizzardi di Boretto (RE) Roberto Abbiati presenta “Moby Dick o la Balena bianca. Romanzo a disegni” (Keller, 2017). Un libro che contiene splendide tavole – una per ciascuno dei 135 capitoli – dedicate al grande capolavoro della letteratura mondiale di Herman Melville. L’autore Roberto Abbiati è disegnatore, grafico, attore, regista e con Moby Dick ha intessuto un dialogo intimo, una consuetudine di anni. Ne è scaturito un poetico spettacolo teatrale, “Una tazza di mare in tempesta”, e questo incantevole romanzo a disegni. (foto di Lucia Baldini)

 
 

“The Diary of one who disappeared” e altre cose che succedono sabato 8 dicembre

The Diary of one who disappeared

Ivo Van Hove, regista tra i più acclamati della scena europea, sabato 8 dicembre al Teatro Cavallerizza di Reggio Emilia porta in scena The Diary of one who disappeared, uno spettacolo di teatro musicale in grado di restituire tutto il mistero e tutta la poesia dell’opera di Leoš Janácek. Uno spettacolo che riprende l’omonima opera in versi scritta dal grande compositore ceco per intrecciarla alla sua biografia. (foto di Jan Versweyveld)

 


porta santa croce

Alle 14.30 prende il via un percorso guidato organizzato da Ghirba Biosteria della Gabella e Istoreco alla scoperta di Borgo Emilio, il rione più popolare di Reggio Emilia, oggi profondamente mutato pur senza aver perso il suo animo popolare. In questa enclave nella città, che si trovava attorno all’attuale via Roma e a Porta Santa Croce, tra passaggi nascosti, osterie e bordelli viveva il cosiddetto “Popol giost” con un proprio gergo e una propria storia. A seguire merenda alla Ghirba e proiezione di immagini di Borgo Emilio.

 


 
 

“Cross Vol. 1” e altre cose che succedono venerdì 7 dicembre

cross vol. 1

Massimo Zamboni e Angela Baraldi, Luca Giovanardi e Andrea Scarfone dei Julie’s Haircut, Max Collini, Olivier Manchion, Pietro Anceschi, Giuseppe Caliceti, Stefano Raspini, Compagnia Pietribiasi/Tedeschi.
Sono più di 30 i protagonisti di Cross Vol.1 in programma ai Chiostri di San Domenico a Reggio Emilia, venerdì 7 dicembre dalle 18 alle 2 di notte. Una giornata di racconti, poesie, musiche, immagini e visioni per riaccendere l’identità culturale più forte della città di Reggio Emilia: quella della “tradizione del nuovo”, cioè della ricerca e della sperimentazione.

 


Umberto Galimberti

Incontro di grande rilievo venerdì 7 dicembre presso L’Altro Teatro di Cadelbosco di Sopra (RE) con Umberto Galimberti nella lectio magistralis “Le forme dell’amore”, un incontro in cui l’acutezza del pensiero del grande filosofo, sociologo e psicanalista penetra i meandri del sentimento e del desiderio, registrando i mutamenti intervenuti nelle dinamiche dell’attrazione, nel patto con l’amato/a, nei percorsi del piacere. Ingresso libero.

 


 
 

“Cross Vol. 1”, a Reggio torna la “tradizione del nuovo”

Musicisti, scrittori, poeti, fotografi, attori, dj, artisti visivi e multimediali. Sono più di 30 i protagonisti di Cross Vol. 1, l’evento in programma ai Chiostri di San Domenico a Reggio Emilia venerdì 7 dicembre dalle 18 alle 2 di notte.

L’incrocio sarà tra racconti, poesie, musiche, immagini e visioni che hanno dato vita alla Reggio Emilia contemporanea. «Sarà un incontro tra artisti che cercano la propria strada e artisti da lungo tempo in cammino», si legge nella presentazione dell’evento, per riaccendere «l’identità culturale più forte della città di Reggio Emilia: quella della “tradizione del nuovo“, cioè della ricerca e della sperimentazione».

Massimo Zamboni e Angela Baraldi

A cura di Off-Set e dell’Istituto Musicale “Peri”, con la direzione artistica del Collettivo 7 dicembre e in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia, Cross Vol. 1 ospita Massimo Zamboni, sul palco con la cantante Angela Baraldi (foto); Giuseppe Caliceti, poeta e romanziere (foto); Max Collini, scrittore e performer (Offlaga Disco Pax, Spartiti); Olivier Manchion, fondatore degli Ulan Bator

giuseppe caliceti

Nel programma anche Stefano Raspini, uno dei più potenti lettori di poesia italiani che avrà come ospite speciale la poetessa Rosaria Lo Russo, e lo scrittore Pier Francesco Grasselli. Tornando alla musica, ecco Luca Giovanardi e Andrea Scarfone dei Julie’s Haircut, Lorenzo Lanzi dei Giardini di Mirò e Tiziano Bianchi dei Portfolio; il rock di Fausto Comunale e Alberto “Beto” Carrà e il jazz di Renata Tosi e Andrea Papini.

pietro anceschi

In mostra ci saranno i progetti dei fotografi Marco Montanari e Marcello Grassi e degli artisti visivi Lorenzo Criscuoli e Pietro Anceschi (foto). La Compagnia Pietribiasi Tedeschi presenta “Bif”, performance su Corrado Costa con le fotografie di Toni Contiero. In programma Gianfranco Parmiggiani con un video storico culturale ed Elsoyame, performance multimediale di Alì Beidoun (visual artist), Maurizio Crotti Fornaciari (voce e sax), Massimiliano Arriosti (contrabbasso) e Daniele Giuseppe Torresan “Diditix” (live electronics, chitarra elettrica, composer); il collettivo Kom Fut Manifesto/Maffia, tra i più importanti della musica elettronica anni Novanta in Europa. Scenografie e luci sono a cura di Cristian Scarola.

Pronti? Ecco il programma completo con gli orari degli spettacoli. L’ingresso è gratuito.