Vinicio Capossela e altre cose che succedono martedì 25 dicembre

Vinicio Capossela

Vinicio Capossela al Fuori Orario di Taneto (RE) è una tradizione poco meno antica del panettone. Dopo il sold out della data di mercoledì 26 dicembre, Vinicio ha raddoppiato e annunciato un secondo concerto martedì 25 dicembre. Le due serate hanno il titolo “Natale non s’arresta” e sarò la diciassettesima volta che, dal 1999 ad oggi, Vinicio lo festeggia sul palco del Fuori Orario. 
«E va bene – spiega Vinicio – per una volta avevamo puntato al 26 per digerire il pranzo di Natale e fare assolvere a tutti gli impegni di famiglia, ma ancora una volta la seconda famiglia, quella dei fuori di casa, si impone sulla prima, e siccome c’erano dei dispiaciuti che il Fuori Orario proprio non riusciva a contenere, allora suoneremo anche il 25 sera».
Il 25 dicembre Capossela sarà affiancato, oltre che dalla sua consolidata band, dalle creature ibride uomo-animale già volute allo Sponz Fest di Calitri, come i diavoli dei Krampus di Canazei, deputati ad accompagnare Sante Nicola nella consegna dei doni ai bambini, i Rumiti, maschere ancestrali dei boschi della Lucania, e altre maschere smascheranti del Carnevale della Sardegna. Quello di Natale, continua Vinicio, «sarà un concerto più prettamente folclorico, natalizio, mannaro e siccome la leggenda paesana vuole che chi nasce la notte di Natale per punizione dell’insolenza di dividere il compleanno con nostro Signore, la notte di Natale deve trasformarsi in cane mannaro, allora faremo un concerto adatto alle selve e agli ululati. W Shane MacGowan, nato 25-12-1957. Ancora vivo. Auuurrr!».


 
 

“Bestiario reggiano” e altre cose che succedono domenica 23 dicembre

bestiario reggiano

Domenica 23 dicembre alle 18.30 al Punto Einaudi / Libreria Strand di Reggio Emilia Sandro Campani e Emanuele Ferrari leggono alcune storie di “Bestiario reggiano“, alla presenza delle autrici Giulia Manenti e Lucia Vecchi e di Andrea Casoli di corsiero editore. Ci sarà anche musica dal vivo con gli Ismael in piccolo formato e un brindisi di Natale.
Bestiario reggiano è una raccolta di figure, espressioni e aneddoti, distilla l’essenza della reggianità attraverso la rievocazione di parole e immagini, di un modo di essere e di parlare, delle sue radici rurali, della bonarietà e meschinità delle sue espressioni.


 
 

“Press / Play” e altre cose che succedono sabato 22 dicembre

Press / Play

Un pomeriggio di stampa a caratteri mobili e musica dal vivo. Ecco “Press / Play”, in programma sabato 22 dicembre al Nuovamente Temporary Store di Scandiano (RE).
Si parte alle 16 con una dimostrazione di stampa a caratteri mobili con torchio tipografico a cura di Stampare in Rocca – Associazione Culturale, in collaborazione con QYPJG Letterpress.
Alle 17 arriva l’indie rock voce e chitarra di ILRE con Laura Sghedoni (Mquestionmark, Joe Leaman, Julie’s Haircut, Matilde Orchestra). Alle 18 John De Farga, il nuovo progetto voce e chitarra acoustic folk ambient di Gualtiero Venturelli (Amp Rive, Lampo).
L’ingresso è gratuito. Poi, se volete continuare la serata a Scandiano con la musica dal vivo, alla Rocca dei Boiardo alle 19 c’è il concerto di Lupo organizzato dall’Enoteca Astolfo sulla Luna.


 
 

“Passatelli in Bronson” e altre cose che succedono venerdì 21 dicembre

passatelli in bronson

Nel nuovo mondo del digitale, delle piattaforme, dei big data, dell’intelligenza artificiale (e bla, bla, bla…) il segreto sta nel catturare l’appetito cerebrale del cittadino globale. E che scoperta… potremmo dire noi! Lo sapevamo già grazie ai “ganci” lanciati in tanti anni dai cugini romagnoli. Hanno una marcia più, non smettono di macinare idee, sono più simpatici e benintenzionati di quelli della Silicon Valley. Ad esempio, vogliamo spassarcela sotto Natale?
L’ottavo capitolo di Passatelli in Bronson ideato dai ragazzi del locale di Madonna dell’Albero (RA) dal 21 al 23 novembre vi offre tre giorni di cibo, incontri, showcase, birre artigianali e bollicine. Alessandro Baronciani, autore dell’artwork di questa edizione, venerdì 21 dicembre presenta la mostra e il libro “Negativa”, sabato 22 dicembre Marco Rossari presenta “Bob Dylan: Il Fantasma dell’Elettricità” e domenica 23 dicembre sarà presentato “Different Times. La Storia Dei Giardini di Mirò” con Marco Braggion, Jukka Reverberi e Corrado Nuccini. E, naturalmente, una sfilza di band: Clever Gold, Lemandorle, Forelock, Jessica Einaudi, Johnny Mox, Riviera, Sunday Morning, Al Doum & The Faryds, Cazale, Lady Maciste, San Leo e altri ancora…
Abbocchiamo volentieri: the east is the best. 


 
 

Le Luci della Centrale Elettrica e altre cose che succedono giovedì 20 dicembre

Vasco Brondi

Per i dieci anni delle Luci della Centrale Elettrica a ottobre è uscita la raccolta “2008/2018, tra la Via Emilia e la Via Lattea”, che sarà anche – ha dichiarato Vasco Brondi – l’ultimo atto del suo fortunato progetto. Ma non è il momento della malinconia perché Le Luci della Centrale Elettrica sono in tour nei teatri e giovedì 20 dicembre fanno tappa al Teatro Valli di Reggio Emilia. Dal vivo le canzoni scritte in questi anni si alterneranno a letture e racconti e Vasco Brondi sarà accompagnato sul palco da Rodrigo D’Erasmo (violino), Andrea Faccioli (chitarre), Daniel Plentz e Anselmo Luisi (percussioni), Daniela Savoldi (violoncello), Gabriele Lazzarotti (basso) e Angelo Trabace (pianoforte). (foto di Max Cardelli)


 
 

The Soul Children of Chicago e altre cose che succedono domenica 16 dicembre

Walt Whitman & The Soul Children of Chicago

Domenica 16 dicembre al Teatro Comunale di Carpi (MO) arriva il Gospel nella sua forma più autentica, con Walt Whitman & The Soul Children of Chicago. Mr. Whitman iniziò 23 anni fa, quasi per scherzo, a coinvolgere i bambini di Chicago in un progetto di recupero e di speranza. L’idea alla base era quella di coltivare mente e spirito, elevando l’anima dei ragazzi e dei loro ascoltatori, dando nuova luce alle loro potenzialità. Lo scherzo diventò la bellissima realtà del Soul Children of Chicago che a oggi si è esibito davanti a quasi due milioni di spettatori in tutto il mondo.


 
 

Vox Luminis e altre cose che succedono martedì 11 dicembre

Vox Luminis

Musica di secoli fa, martedì 11 dicembre a Reggio Emilia, presso il Teatro Valli con il Vox Luminis, ensemble belga di musica antica, per la prima volta in Italia. Diretta da Lionel Meunier, eseguirà eseguirà musiche composte da Georg Friedrich Händel nel suo soggiorno di Roma nel 1707: al centro del programma la Beata Vergine Maria del Monte Carmelo.
VoxLuminis è stato creato nel 2004 dal suo direttore artistico Lionel Meunier e si esibisce in oltre 60 concerti all’anno sui palcoscenici del Belgio e in tutto il mondo.

 
 

Paolo Conte e altre cose che succedono lunedì 10 dicembre

Paolo Conte

Torna il nostro caro Paolo Conte, nel capoluogo emiliano per due serate (sold out) al Teatro EuropAuditorium, lunedì 10 e martedì 11 dicembre. «Conte è un genio della parola che si fa musica e della musica che si fa poesia – scrive Vincenzo Mollica sulle liner notes della nuova raccolta “Zazzarazàz – Uno Spettacolo D’arte Varia” – Nessuno come lui sa raccontare l’avventura umana, la sua drammaturgia, la sua imprevedibile follia». Sottoscriviamo.

 
 

“Cross Vol. 1”, a Reggio torna la “tradizione del nuovo”

Musicisti, scrittori, poeti, fotografi, attori, dj, artisti visivi e multimediali. Sono più di 30 i protagonisti di Cross Vol. 1, l’evento in programma ai Chiostri di San Domenico a Reggio Emilia venerdì 7 dicembre dalle 18 alle 2 di notte.

L’incrocio sarà tra racconti, poesie, musiche, immagini e visioni che hanno dato vita alla Reggio Emilia contemporanea. «Sarà un incontro tra artisti che cercano la propria strada e artisti da lungo tempo in cammino», si legge nella presentazione dell’evento, per riaccendere «l’identità culturale più forte della città di Reggio Emilia: quella della “tradizione del nuovo“, cioè della ricerca e della sperimentazione».

Massimo Zamboni e Angela Baraldi

A cura di Off-Set e dell’Istituto Musicale “Peri”, con la direzione artistica del Collettivo 7 dicembre e in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia, Cross Vol. 1 ospita Massimo Zamboni, sul palco con la cantante Angela Baraldi (foto); Giuseppe Caliceti, poeta e romanziere (foto); Max Collini, scrittore e performer (Offlaga Disco Pax, Spartiti); Olivier Manchion, fondatore degli Ulan Bator

giuseppe caliceti

Nel programma anche Stefano Raspini, uno dei più potenti lettori di poesia italiani che avrà come ospite speciale la poetessa Rosaria Lo Russo, e lo scrittore Pier Francesco Grasselli. Tornando alla musica, ecco Luca Giovanardi e Andrea Scarfone dei Julie’s Haircut, Lorenzo Lanzi dei Giardini di Mirò e Tiziano Bianchi dei Portfolio; il rock di Fausto Comunale e Alberto “Beto” Carrà e il jazz di Renata Tosi e Andrea Papini.

pietro anceschi

In mostra ci saranno i progetti dei fotografi Marco Montanari e Marcello Grassi e degli artisti visivi Lorenzo Criscuoli e Pietro Anceschi (foto). La Compagnia Pietribiasi Tedeschi presenta “Bif”, performance su Corrado Costa con le fotografie di Toni Contiero. In programma Gianfranco Parmiggiani con un video storico culturale ed Elsoyame, performance multimediale di Alì Beidoun (visual artist), Maurizio Crotti Fornaciari (voce e sax), Massimiliano Arriosti (contrabbasso) e Daniele Giuseppe Torresan “Diditix” (live electronics, chitarra elettrica, composer); il collettivo Kom Fut Manifesto/Maffia, tra i più importanti della musica elettronica anni Novanta in Europa. Scenografie e luci sono a cura di Cristian Scarola.

Pronti? Ecco il programma completo con gli orari degli spettacoli. L’ingresso è gratuito.

Charlotte Gainsbourg e altre cose che succedono mercoledì 5 dicembre

charlotte-gainsbourg

Una star internazionale mercoledì 5 dicembre sul palco del milanese Fabrique: Charlotte Gainsbourg. Star di grande charme che passa senza problemi dalla recitazione alla musica pop. Saranno i geni famigliari. L’ultimo suo album, “Rest”, ha ricevuto critiche entusiaste. Il suo canto flebile e così frenchy conquista ogni volta, tra ballate scure e scontrose e momenti disco-funky-pop.