The Soul Children of Chicago e altre cose che succedono domenica 16 dicembre

Walt Whitman & The Soul Children of Chicago

Domenica 16 dicembre al Teatro Comunale di Carpi (MO) arriva il Gospel nella sua forma più autentica, con Walt Whitman & The Soul Children of Chicago. Mr. Whitman iniziò 23 anni fa, quasi per scherzo, a coinvolgere i bambini di Chicago in un progetto di recupero e di speranza. L’idea alla base era quella di coltivare mente e spirito, elevando l’anima dei ragazzi e dei loro ascoltatori, dando nuova luce alle loro potenzialità. Lo scherzo diventò la bellissima realtà del Soul Children of Chicago che a oggi si è esibito davanti a quasi due milioni di spettatori in tutto il mondo.


 
 

Vox Luminis e altre cose che succedono martedì 11 dicembre

Vox Luminis

Musica di secoli fa, martedì 11 dicembre a Reggio Emilia, presso il Teatro Valli con il Vox Luminis, ensemble belga di musica antica, per la prima volta in Italia. Diretta da Lionel Meunier, eseguirà eseguirà musiche composte da Georg Friedrich Händel nel suo soggiorno di Roma nel 1707: al centro del programma la Beata Vergine Maria del Monte Carmelo.
VoxLuminis è stato creato nel 2004 dal suo direttore artistico Lionel Meunier e si esibisce in oltre 60 concerti all’anno sui palcoscenici del Belgio e in tutto il mondo.

 
 

Paolo Conte e altre cose che succedono lunedì 10 dicembre

Paolo Conte

Torna il nostro caro Paolo Conte, nel capoluogo emiliano per due serate (sold out) al Teatro EuropAuditorium, lunedì 10 e martedì 11 dicembre. «Conte è un genio della parola che si fa musica e della musica che si fa poesia – scrive Vincenzo Mollica sulle liner notes della nuova raccolta “Zazzarazàz – Uno Spettacolo D’arte Varia” – Nessuno come lui sa raccontare l’avventura umana, la sua drammaturgia, la sua imprevedibile follia». Sottoscriviamo.

 
 

“Cross Vol. 1”, a Reggio torna la “tradizione del nuovo”

Musicisti, scrittori, poeti, fotografi, attori, dj, artisti visivi e multimediali. Sono più di 30 i protagonisti di Cross Vol. 1, l’evento in programma ai Chiostri di San Domenico a Reggio Emilia venerdì 7 dicembre dalle 18 alle 2 di notte.

L’incrocio sarà tra racconti, poesie, musiche, immagini e visioni che hanno dato vita alla Reggio Emilia contemporanea. «Sarà un incontro tra artisti che cercano la propria strada e artisti da lungo tempo in cammino», si legge nella presentazione dell’evento, per riaccendere «l’identità culturale più forte della città di Reggio Emilia: quella della “tradizione del nuovo“, cioè della ricerca e della sperimentazione».

Massimo Zamboni e Angela Baraldi

A cura di Off-Set e dell’Istituto Musicale “Peri”, con la direzione artistica del Collettivo 7 dicembre e in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia, Cross Vol. 1 ospita Massimo Zamboni, sul palco con la cantante Angela Baraldi (foto); Giuseppe Caliceti, poeta e romanziere (foto); Max Collini, scrittore e performer (Offlaga Disco Pax, Spartiti); Olivier Manchion, fondatore degli Ulan Bator

giuseppe caliceti

Nel programma anche Stefano Raspini, uno dei più potenti lettori di poesia italiani che avrà come ospite speciale la poetessa Rosaria Lo Russo, e lo scrittore Pier Francesco Grasselli. Tornando alla musica, ecco Luca Giovanardi e Andrea Scarfone dei Julie’s Haircut, Lorenzo Lanzi dei Giardini di Mirò e Tiziano Bianchi dei Portfolio; il rock di Fausto Comunale e Alberto “Beto” Carrà e il jazz di Renata Tosi e Andrea Papini.

pietro anceschi

In mostra ci saranno i progetti dei fotografi Marco Montanari e Marcello Grassi e degli artisti visivi Lorenzo Criscuoli e Pietro Anceschi (foto). La Compagnia Pietribiasi Tedeschi presenta “Bif”, performance su Corrado Costa con le fotografie di Toni Contiero. In programma Gianfranco Parmiggiani con un video storico culturale ed Elsoyame, performance multimediale di Alì Beidoun (visual artist), Maurizio Crotti Fornaciari (voce e sax), Massimiliano Arriosti (contrabbasso) e Daniele Giuseppe Torresan “Diditix” (live electronics, chitarra elettrica, composer); il collettivo Kom Fut Manifesto/Maffia, tra i più importanti della musica elettronica anni Novanta in Europa. Scenografie e luci sono a cura di Cristian Scarola.

Pronti? Ecco il programma completo con gli orari degli spettacoli. L’ingresso è gratuito.

Charlotte Gainsbourg e altre cose che succedono mercoledì 5 dicembre

charlotte-gainsbourg

Una star internazionale mercoledì 5 dicembre sul palco del milanese Fabrique: Charlotte Gainsbourg. Star di grande charme che passa senza problemi dalla recitazione alla musica pop. Saranno i geni famigliari. L’ultimo suo album, “Rest”, ha ricevuto critiche entusiaste. Il suo canto flebile e così frenchy conquista ogni volta, tra ballate scure e scontrose e momenti disco-funky-pop.


 
 

Josh T. Pearson vs. Mr Marcaille e altre cose che succedono domenica 2 dicembre

josh t pearson e mr marcaille

Sette anni dopo “The last of the country gentlemen”, disco di un’intimità estrema che racconta il dolore profondo di un uomo che ha perso la fede in dio e nell’amore, Josh T. Pearson torna con “The straight hits”, un album costruito sul concetto semplice quanto inafferrabile della canzone accessibile, essenziale, pensata per parlare a tutti. Quale sarà il vero Pearson? Proviamo a scoprirlo, magari, domenica 2 dicembre al Freakout di Bologna. A rendere la serata ancora più interessante ci sarà Mr Marcaille, one man band hardcore punk, sul palco con violoncello elettrico e due grancasse.

 


 
 

Notte di Luce e altre cose che succedono sabato 1 dicembre

banda rulli frulli

È la Notte di Luce, questa di sabato 1 dicembre nel centro storico di Reggio Emilia. In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità Reggio cambia aspetto: illuminata solo da candele, svela una città intima ed inaspettata per raccontare simbolicamente la differenza. Tra gli appuntamenti, alle 18 in piazza Prampolini il concerto della Banda Rulli Frulli con Cristina Donà e Tommaso Cerasuolo dei Perturbazione.


 
 

Any Other e altre cose che succedono venerdì 30 novembre

Any Other, Adele Nigro

Gli Any Other, venerdì 30 novembre al Kalinka di Carpi (MO) per Collateral, sono una creatura di Adele Nigro. Dall’indie rock di stampo anni ’90 degli esordi Adele si è via via spostata verso una formula più matura e personale che mischia canzone d’autore con influenze jazz e avant. Da poco è uscito il nuovo album, “Two, Geography”, ed è iniziato il nuovo tour che vede sul palco con lei e Marco Giudici Alessandro Cau alla batteria e Miles Cooper Seaton (già negli Akron-Family) al basso. Una super band!