“Tutti Matti sotto Zero” e altre cose che succedono sabato 29 dicembre

Cirque Sans Noms

Al Parco della Cittadella di Parma prosegue fino al 6 gennaio 2019 la quinta edizione di Tutti Matti sotto Zero, rassegna di circo contemporaneo sotto il tendone, realizzata da Teatro Necessario in collaborazione con Assessorato alla Cultura del Comune di Parma.
Un grande circo senza nome, pieno di musica e volteggi, uno minuscolo, forse il più piccolo del mondo, uno a forma di igloo, o piuttosto di navicella spaziale: Le Cirque Sans Noms, Zampanos e Juri The Cosmonaut invitano a entrare nei loro bizzarri universi, dove incontrare clown, astronauti, acrobati, giocolieri, musicisti e molte altre creature straordinarie.
Da sabato 29 dicembre fino a sabato 5 gennaio la compagnia francese Cirque Sans Noms porta in scena, o meglio in pista, “Abaque” (foto) in prima nazionale, uno spettacolo adatto dai 5 anni con acrobazie, musica, giocoleria, immerse in un’atmosfera antica.
Gli spettacoli proseguono ogni giorno fino al 6 gennaio, con una serata speciale il 31 dicembre. 


 
 

“Pentcho” e altre cose che succedono venerdì 28 dicembre

pentcho

L’Associazione Culturale Appenappena di Carpi (MO), in collaborazione con il Mammut Film Festival, venerdì 28 dicembre presenta l’anteprima del nuovo film del regista Stefano Cattini, Pentcho. Lo stesso regista, assieme all’autore della colonna sonora originale, Enrico Pasini, saranno presenti alla serata. Qualche parola sul film. Bratislava, maggio 1940. È in un limpido mattino di sole che dal porto sul Danubio parte il Pentcho, un malandato battello a pale con 400 giovani ebrei a bordo. Il timone è guidato da un ex capitano di sottomarini russo che si è assunto il compito assai improbabile di portare tutti in salvo, lontano dalla vecchia Europa.


 
 

Jaime Dolce e altre cose che succedono giovedì 27 dicembre

Jaime Dolce

Giovedì 27 dicembre alla Cantina Garibaldi di Puianello (RE) l’appuntamento è con il blues funky rock di Jaime Dolce, cantante, songwriter, guitar hero che arriva direttamente dalla Grande Mela. In Italia per accompagnare Davide Van De Sfroos, presenta alla Cantina il suo secondo album, “Elevation Blues”. Tra i riferimenti artistici di Dolce troviamo Living Colour, Stevie Ray Vaughan, Bob Dylan, Lenny Kravitz: dici poco.


 
 

MOOD e altre cose che succedono mercoledì 26 dicembre

mood

Il power duo math rock strumentale MOOD mercoledì 26 dicembre al Mattatoio di Carpi (MO) chiude il tour di “Out Loud” e festeggia il raggiungimento di quota 100 date dall’uscita del disco. “Out Loud”, senza perdere la vena punk dei lavori precedenti, rimane un blocco unico di solidità e precisione, diviso in 9 brani dove continuamente si susseguono accenti duri mescolati ad ornamenti più raffinati. Quella che non cambierà sarà la loro formula: giù dal palco, a stretto contatto con il pubblico.


 
 

Vinicio Capossela e altre cose che succedono martedì 25 dicembre

Vinicio Capossela

Vinicio Capossela al Fuori Orario di Taneto (RE) è una tradizione poco meno antica del panettone. Dopo il sold out della data di mercoledì 26 dicembre, Vinicio ha raddoppiato e annunciato un secondo concerto martedì 25 dicembre. Le due serate hanno il titolo “Natale non s’arresta” e sarò la diciassettesima volta che, dal 1999 ad oggi, Vinicio lo festeggia sul palco del Fuori Orario. 
«E va bene – spiega Vinicio – per una volta avevamo puntato al 26 per digerire il pranzo di Natale e fare assolvere a tutti gli impegni di famiglia, ma ancora una volta la seconda famiglia, quella dei fuori di casa, si impone sulla prima, e siccome c’erano dei dispiaciuti che il Fuori Orario proprio non riusciva a contenere, allora suoneremo anche il 25 sera».
Il 25 dicembre Capossela sarà affiancato, oltre che dalla sua consolidata band, dalle creature ibride uomo-animale già volute allo Sponz Fest di Calitri, come i diavoli dei Krampus di Canazei, deputati ad accompagnare Sante Nicola nella consegna dei doni ai bambini, i Rumiti, maschere ancestrali dei boschi della Lucania, e altre maschere smascheranti del Carnevale della Sardegna. Quello di Natale, continua Vinicio, «sarà un concerto più prettamente folclorico, natalizio, mannaro e siccome la leggenda paesana vuole che chi nasce la notte di Natale per punizione dell’insolenza di dividere il compleanno con nostro Signore, la notte di Natale deve trasformarsi in cane mannaro, allora faremo un concerto adatto alle selve e agli ululati. W Shane MacGowan, nato 25-12-1957. Ancora vivo. Auuurrr!».


 
 

“Bestiario reggiano” e altre cose che succedono domenica 23 dicembre

bestiario reggiano

Domenica 23 dicembre alle 18.30 al Punto Einaudi / Libreria Strand di Reggio Emilia Sandro Campani e Emanuele Ferrari leggono alcune storie di “Bestiario reggiano“, alla presenza delle autrici Giulia Manenti e Lucia Vecchi e di Andrea Casoli di corsiero editore. Ci sarà anche musica dal vivo con gli Ismael in piccolo formato e un brindisi di Natale.
Bestiario reggiano è una raccolta di figure, espressioni e aneddoti, distilla l’essenza della reggianità attraverso la rievocazione di parole e immagini, di un modo di essere e di parlare, delle sue radici rurali, della bonarietà e meschinità delle sue espressioni.


 
 

“Press / Play” e altre cose che succedono sabato 22 dicembre

Press / Play

Un pomeriggio di stampa a caratteri mobili e musica dal vivo. Ecco “Press / Play”, in programma sabato 22 dicembre al Nuovamente Temporary Store di Scandiano (RE).
Si parte alle 16 con una dimostrazione di stampa a caratteri mobili con torchio tipografico a cura di Stampare in Rocca – Associazione Culturale, in collaborazione con QYPJG Letterpress.
Alle 17 arriva l’indie rock voce e chitarra di ILRE con Laura Sghedoni (Mquestionmark, Joe Leaman, Julie’s Haircut, Matilde Orchestra). Alle 18 John De Farga, il nuovo progetto voce e chitarra acoustic folk ambient di Gualtiero Venturelli (Amp Rive, Lampo).
L’ingresso è gratuito. Poi, se volete continuare la serata a Scandiano con la musica dal vivo, alla Rocca dei Boiardo alle 19 c’è il concerto di Lupo organizzato dall’Enoteca Astolfo sulla Luna.


 
 

“Passatelli in Bronson” e altre cose che succedono venerdì 21 dicembre

passatelli in bronson

Nel nuovo mondo del digitale, delle piattaforme, dei big data, dell’intelligenza artificiale (e bla, bla, bla…) il segreto sta nel catturare l’appetito cerebrale del cittadino globale. E che scoperta… potremmo dire noi! Lo sapevamo già grazie ai “ganci” lanciati in tanti anni dai cugini romagnoli. Hanno una marcia più, non smettono di macinare idee, sono più simpatici e benintenzionati di quelli della Silicon Valley. Ad esempio, vogliamo spassarcela sotto Natale?
L’ottavo capitolo di Passatelli in Bronson ideato dai ragazzi del locale di Madonna dell’Albero (RA) dal 21 al 23 novembre vi offre tre giorni di cibo, incontri, showcase, birre artigianali e bollicine. Alessandro Baronciani, autore dell’artwork di questa edizione, venerdì 21 dicembre presenta la mostra e il libro “Negativa”, sabato 22 dicembre Marco Rossari presenta “Bob Dylan: Il Fantasma dell’Elettricità” e domenica 23 dicembre sarà presentato “Different Times. La Storia Dei Giardini di Mirò” con Marco Braggion, Jukka Reverberi e Corrado Nuccini. E, naturalmente, una sfilza di band: Clever Gold, Lemandorle, Forelock, Jessica Einaudi, Johnny Mox, Riviera, Sunday Morning, Al Doum & The Faryds, Cazale, Lady Maciste, San Leo e altri ancora…
Abbocchiamo volentieri: the east is the best. 


 
 

Le Luci della Centrale Elettrica e altre cose che succedono giovedì 20 dicembre

Vasco Brondi

Per i dieci anni delle Luci della Centrale Elettrica a ottobre è uscita la raccolta “2008/2018, tra la Via Emilia e la Via Lattea”, che sarà anche – ha dichiarato Vasco Brondi – l’ultimo atto del suo fortunato progetto. Ma non è il momento della malinconia perché Le Luci della Centrale Elettrica sono in tour nei teatri e giovedì 20 dicembre fanno tappa al Teatro Valli di Reggio Emilia. Dal vivo le canzoni scritte in questi anni si alterneranno a letture e racconti e Vasco Brondi sarà accompagnato sul palco da Rodrigo D’Erasmo (violino), Andrea Faccioli (chitarre), Daniel Plentz e Anselmo Luisi (percussioni), Daniela Savoldi (violoncello), Gabriele Lazzarotti (basso) e Angelo Trabace (pianoforte). (foto di Max Cardelli)


 
 

Massimo Recalcati e altre cose che succedono mercoledì 19 dicembre

massimo recalcati

Curata da Paolo Nori, la rassegna Autori in prestito in queste settimane ha portato 30 tra scrittori, musicisti, designer, attori nelle biblioteche di Reggio Emilia e provincia per condividere con il pubblico i libri, i film e i dischi della loro formazione. Il penultimo atteso appuntamento della rassegna è con lo psicoanalista, saggista e docente universitario Massimo Recalcati, mercoledì 19 dicembre alle 21 presso la Biblioteca Comunale Pablo Neruda di Albinea (RE).