fino al 12 gennaioBodoni principe dei tipografi | Parma, Biblioteca Palatina e Galleria Nazionale

Bodoni principe dei tipografi nell’Europa dei Lumi e di Napoleone (1740-1813)
fino al 12 gennaio 2014
Parma, Biblioteca Palatina e Galleria Nazionale
Info: www.mostrabodoni.it

Persino Napoleone volle personalmente recarsi a Parma per rendere omaggio a colui che non riteneva solo il più sublime dei tipografi ma un artista assoluto. Bodoni, Principe dei tipografi, viene celebrato a Parma nel bicentenario della morte. A lui viene dedicata una grande mostra allestita in alcuni degli spazi monumentali più affascinanti della città: la Biblioteca Palatina, il Teatro Farnese e la Galleria Nazionale, ambienti che da soli valgono una visita. Si potranno ammirare le raffinate ed eleganti edizioni bodoniane e, con esse, le testimonianze dell’intero processo di realizzazione e poi di commercializzazione di capolavori che, per contenuto come per qualità di stampa, erano contesi dalle corti, accademie, biblioteche e intellettuali dell’Europa a cavallo tra Sette e Ottocento.

fino al 2 febbraioWalter Chappell | Modena, Ex Ospedale Sant’Agostino

Walter Chappell. Eternal Impermanence
fino al 2 febbraio 2014
Modena, ex Ospedale Sant’Agostino
Info: www.fondazionefotografia.org/mostra/walter-chappell/

Una retrospettiva dedicata al fotografo americano Walter Chappell, fra i protagonisti più controversi della fotografia americana del XX secolo, la cui opera, intensamente provocatoria così come la sua vita, è rimasta celata a lungo. La visione unica di Chappell, capace di trascendere il tempo e i soggetti ritratti, sarà presentata in anteprima mondiale attraverso un’ampia ricognizione: oltre 150 fotografie vintage, realizzate tra gli anni Cinquanta e i primi anni Ottanta, e la maquette originale di World of Flesh, libro rifiutato da vari editori americani – e dunque mai pubblicato – perché ritenuto all’epoca troppo esplicito nella sua celebrazione della vita e della natura. Il pensiero e la visione del mondo di Walter Chappell (1925-2000) muovono dalle ricerche spirituali ed intimiste sviluppate tra gli anni Cinquanta e Settanta da artisti come Minor White, di cui Chappell fu allievo, e Paul Caponigro, per approdare a un territorio personalissimo in cui la fotografia diventa la narrazione di un’esperienza di vita a stretto contatto con la natura e il mondo, intesi come campo d’azione e specialmente d’interazione. Prototipo dell’artista hippie, Chappell ha sempre rifiutato il concetto di arte come business, tenendosi lontano da gallerie e circuiti commerciali. Ha condotto un’esistenza appartata, bohemien e primitiva, all’insegna della celebrazione dell’amore come energia che regola il cosmo e della vita come flusso ciclico, nella sua fattoria di Velarde, nel New Mexico, costante approdo di artisti e figli dei fiori.

fino al 27 aprileBody Worlds | Bologna, ex GAM

Gunther Von Hagens. Body Worlds
dal 6 novembre 2013 al 27 aprile 2014
Bologna, ex GAM Galleria d’Arte Moderna (Sala Maggiore)
Info: www.bodyworldsinthecity.it

A Gunther Von Hagens non bastavano una storia da perseguitato politico nella Germania Est e una bella carriera in medicina. Così un giorno ha inventato la plastinazione, procedimento per conservare l’interno dei corpi di umani e animali (ossa, tessuti e muscoli) per studio e divulgazione. L’incredibilie risultato di questa incredibile vicenda, è una mostra itinerante che, pur tra qualche polemica (si tratta pur sempre di cadaveri), attira milioni di visitatori in tutto il mondo. (a.z.)

dom 17 novembreUzi & Ari | Mattatoio

Uzi & Ari
domenica 17 novembre 2013
Carpi (MO), Mattatoio
Info: www.facebook.com/events/211480095690128/

Dopo quattro album e quattro tour internazionali, dopo tre anni di iato, passati a collaborare con Arms and Sleepers, Mercury Rev, M83 e Gregor Samsa, il polistrumentista Ben Shepard torna in tour in Europa con gli Uzi & Ari prima della sua definitiva metamorfosi nella sua ultima incarnazione: YEYEY. Molti in passato hanno avuto la sensazione di aver trovato una nuova band di culto alle prese con una graziosa fusione di alt-folk, elettronica e shoegaze intimista.

ven 22 novembre Franco Battiato | Teatro Regio

Franco Battiato
Diwan, l’essenza del reale
venerdì 22 novembre 2013 alle 21
Parma, Teatro Regio
Info: www.facebook.com/francobattiato

Franco Battiato torna nei teatri italiani con Diwan – l’essenza del reale, un progetto curato da Oscar Pizzo che riunisce musicisti del Mediterraneo tra cui Etta Scollo, Nabil Salameh dei Radiodervish, il tastierista e collaboratore di Battiato Carlo Guaitoli, Gianluca Ruggeri della PMCE, Jamal Ouassini – Alfred Hajjar e Ramzi Aburedwan  fondatore degli Al Kamandjâti.

Attorno all’anno Mille in Sicilia fiorì nell’arco di tre secoli un’importante scuola poetica araba le cui ricche testimonianze sopravvivono in preziosi manoscritti. Scopo del progetto è ricordare una cultura dimenticata e una lingua che nella sua diversità appartiene al nostro patrimonio. Franco Battiato ripropone queste preziose opere, con un ensemble multietnico d’eccezione, un evento musicale che è molto più di un semplice concerto. Canzoni scritte per questa occasione, brani tradizionali oltre che nuove  interpretazioni di alcuni suoi brani.

 

mar 19 novembreTiziano Bianchi-Tarun Balani Collective | Cantina Garibaldi

Tiziano Bianchi-Tarun Balani Collective
martedi 19 novembre 2013
Cavriago (RE), Cantina Garibaldi
Info: www.cantinagaribaldi.it

Il trombettista reggiano Tiziano Bianchi e il batterista jazz indiano Tarun Balani  insieme ai giovani e talentuosi Claudio Vignali (pianoforte) e Matteo Zucconi (contrabbasso). Tiziano e Tarun si sono conosciuti al Berklee College di Boston e il collettivo si incontra di tanto in tanto in Europa per jam session come quella in programma stasera alla Cantina Garibaldi.

dal 13 al 17 novembreViva l’Italia al Teatro delle Passioni

Viva l’Italia. Le morti di Fausto e Iaio
dal 13 al 17 novembre 2013
Modena, Teatro delle Passioni
Info: www.emiliaromagnateatro.com/spettacoli/viva-litalia/

“La storia è un incubo da cui cerco di svegliarmi” confessa Dedalus nell’Ulisse. E proprio la storia nei suoi aspetti più odiosi, reconditi e feroci fu quella che incrociò la sorte dei due diciottenni uccisi per strada a Milano il 18 marzo del 1978. Neo-fascisti, il caso Moro, servizi segreti: tante piste, nessuna giustizia. A tenere viva l’indignazione ecco lo spettacolo di Roberto Scarpetti diretto da un grande del teatro come César Brie che, a suo tempo, conobbe la dittatura argentina. (a.z.)

sab 16 novembreGazebo Penguins + finalisti Ozu Short Tracks | Vibra

Gazebo Penguins + finalisti Ozu Short Tracks
sabato 16 novembre 2013 dalle 21
Modena, Vibra
Info: www.vibra.tv

La serata al Vibra di apre alle 21 con la serata finale di Ozu Short Tracks il concorso dell’Ozu Film Festival che consente di creare la colonna sonora di capolavori del cinema muto. I cinque finalisti sono Piccola orchestra primavera (The Wonderful Wizard Of Oz),Elia Bazzan (Pool Sharks); Lady Radiator (Felix The Ghostbreaker), Deckard (By The Sun’s Rays) e Beto (Ambrose’s Loftly Perch).

Alle 23.45 il concerto dei Gazebo Penguins e al termine il djset di Radio Antenna 1.

dal 15 al 17 novembreWayne McGregor al Valli e alla Collezione Maramotti

Wayne McGregor | Random Dance

venerdì 15 novembre 2013 alle 20.30
Atomos – prima nazionale
Reggio E., Teatro Valli

sabato 16 e domenica 17 novembre 2013 alle ore 16 e alle 19
Reggio E., Collezione Maramotti
Scavenger – performance site specific – prima assoluta

Info: www.iteatri.re.it – www.collezionemaramotti.org

Ha fatto ballare anche Thom Yorke (è opera sua la coreografia nel video di “Lotus Flower” dei Radiohead) e ora Wayne McGregor chiude con una prima nazionale, Atomos, e una prima assoluta, Scavenger, il festival Aperto 2013.

Per Atomos McGregor ha curato ideazione, direzione e scene e ha realizzato la coreografia in collaborazione con i danzatori. La musica è di A Winged Victory For The Sullen, disegno luci di Lucy Carter, video di Ravi Deepres e i costumi di Studio XO.

Scavenger è una performance site specific, in prima assoluta, e per la quale  McGregor ha curato ideazione, direzione e coreografia. Al termine di ciascuna performance sarà possibile visitare la Collezione Maramotti.

foto di Dario Lasagni

dal 16 novembre all’1 dicembreNatura Dèi Teatri

Natura Dèi Teatri 013_Glorioso
dal 16 novembre all’1 dicembre 2013
Parma, Lenz Teatro
Info: www.lenzrifrazioni.it/programma-2013

14 spettacoli, 23 repliche, 13 giorni di Festival per la XVIII edizione di Natura Dèi Teatri, creazioni contemporanee di teatro, musica, danza, video, performance, negli spazi post-industriali di Lenz Teatro. Le 14 creazioni internazionali sono ispirate alla suggestione
concettuale proposta dagli ideatori della kermesse: “Glorioso”, secondo nucleo tematico del progetto artistico triennale cui succederà
nel 2014 “I due piani”, indicazioni tratte dall’opera filosofica di Gilles Deleuze.

In programma: I Promessi Sposi, Nel Lago dei Leoni, Mind the Heart, Imagoturgia della Grazia, 16B – Come un vaso d’oro massiccio adorno di ogni pietra preziosa, Stato di Grazia, Strata 2, La Gloria, Facciamola a pezzi, Pictures from Gihan, Hamlet Solo, Still standing you, Everyone gets lighter | All!