“Afghanistan” e altre cose che succedono martedì 4 dicembre

Afghanistan

L’Afghanistan è un po’ come quei tappeti concepiti da Alighiero Boetti proprio a Kabul, un mosaicomondo, un enigma composto da innumerevoli tessere: Alessandro Magno e Marco Polo, hippie e frikkettoni, sovietici e vie della seta, talebani giustizieri dei Buddha, cacciatori di aquiloni, mujaheddin, pashtun, tagiki e guerra, guerra, guerra… Dal 2009 l’Afghanistan è anche uno spettacolo enciclopedico: il Tricycle Theatre di Londra ha commissionato tredici “capitoli” ad altrettanti autori per un affresco monstre.
Al Teatro delle Passioni di Modena arrivano le parti dedicate a “Il grande gioco” e “Enduring freedom” per la regia da Ferdinando Bruni e Elio De Capitani: un teatro storico, epico, documentario, narrativo… E forse una risposta a questo gran mistero lontano dal mare e arroccato sulle formidabili cime dell’Hindu Kush.
“Afghanistan: Enduring Freedom” va in scena da martedì 4 a domenica 16 dicembre. Sabato 8 e 15 dicembre la prima parte “Afghanistan: il grande gioco”, già presentato a Modena, e la seconda “Afghanistan: Eduring Freedom” vanno in scena in forma di maratona a partire dalle 17. (foto di Laila Pozzo)